L’arciere di Azincourt di Bernard Cornwell

L'arciere di Azincourt di Bernard CornwellCome tutti i romanzi storici che ha scritto, Bernard Cornwell non tradisce neanche ora le aspettative dei suoi lettori. Un ritorno al medioevo, ma al di fuori di trilogie che rendono la fine di una storia lunga e l’attesa snervante.

Tornano le guerre fra gli inglesi e i francesi, un pezzo della storia dell’Età oscura caro all’autore. Questa volta Cornwell dedica il suo romanzo agli arcieri, ai loro formidabili archi e alle loro frecce letali.

Siamo ai tempi di Enrico V, nel 1413, e nella storia si muove Nicholas Hook, arciere, personaggio realmente presente nelle vicende narrate nel libro.

La scrittura di Cornwell è sempre appassionante. Già dall’inizio il romanzo riesce a catturare il lettore, che non può non seguire tutte le vicissitudini che portano Hook verso una sanguinosa guerra lontano dalla sua patria.

L’abilità dell’autore non sta solo nel saper costruire con maestria e documentazione storica i suoi romanzi, ma nel creare personaggi credibili e dialoghi reali, nel descrivere con passione e dettaglio la cruda realtà delle battaglie dell’epoca.

Come un artista, Cornwell sa dipingere alla perfezione il male umano e chi lo incarna, riesce a bilanciare l’immagine della società del tempo, assegnando il giusto peso alla fiera nobiltà e all’umile popolo.

Sa quali sono i ruoli dei suoi personaggi e li fa recitare al momento opportuno. Sa come ritrarre l’ambiente in cui si muovono e come riprodurre suoni, rumori, odori al punto che sembra di vivere le scene che descrive.

Ogni personaggio è ben caratterizzato, ha la sua parte da recitare e sa recitarla fino in fondo. Tutta la storia procede spedita, senza noia, senza interruzioni, in un flusso di parole che scorre dalla prima all’ultima pagina regalando al lettore un romanzo epico, che si snoda fra realtà storica e finzione letteraria in un realismo perfetto.

About Daniele Imperi

Sono un blogger e web writer che scrive e legge ogni giorno. Penna blu è il mio blog principale, un luogo aperto in cui parlare di scrittura, blogging, editoria e lettura.

Speak Your Mind

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, per le statistiche e per offrire pubblicità attinente alle preferenze dei visitatori. Proseguendo nella navigazione o premendo il pulsante "Ok" acconsenti a ricevere cookie sul tuo dispositivo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi