L’impresa di Quebec di Kenneth Roberts

L'impresa di Quebec di Kenneth RobertsCominciamo col dire che questo romanzo fa parte di un cofanetto di due volumi, erroneamente pubblicati dalla BUR col titolo complessivo di “Canaglia in armi“. In realtà il primo volume, dal titolo originale Arundel, è un romanzo a sé, legato al secondo romanzo, Rabble in arms, poiché ne rappresenta il seguito.

Arundel, tradotto in italiano con L’impresa di Quebec, è il primo romanzo di Roberts, scritto nel 1930. Narra del tentativo di conquistare Quebec nel 1775 da parte del generale Benedict Arnold.

Il romanzo, come anche in Passaggio a Nord-Ovest, è narrato in prima persona ed il protagonista è qui Stevie Nason, della cittadina di Arundel, che si arruola nelle forze militari di Arnold, partecipando al lungo viaggio che lo porterà dal Maine al Canada.

Roberts narra la guerra contro l’Inghilterra in maniera precisa e dettagliata, offrendoci uno spaccato della vita colonoale americana di fine settecento, quando le colonie inglesi volevano staccarsi dal Re ed essere libere e indipendenti.

Scrittore attento alla documentazione, Roberts scrive un romanzo che ha subito successo, dando vita a personaggi unici e singolari, come il burbero e grosso Cap Huff, sempre alle prese col rum e il buon cibo, la bella Mary, Nathanis l’indiano, ed altre indimenticabili figure.

Se il titolo originale, Arundel, vuole sottolineare l’inizio di questa epica avventura ed il ritorno a casa, il titolo italiano, L’impresa di Quebec, rappresenta il cuore vivo e pulsante dell’intera vicenda. Arundel, inizio e fine, abbraccia la battaglia di Quebec, il sofferto attacco ad una forza nemica dopo miglia e miglia percorse fra boschi e terreni paludosi, al freddo e sotto la pioggia.

Sa confezionare bene un documento storico condito con fantasia letteraria, creando personaggi, situazioni, colpi di scena che lasciano il lettore perso dietro le vicende personali dei protagonisti.

E’ un continuo inseguimento il romanzo, a cominciare da Nason, dietro un sogno e una promessa suggellati nell’adolescenza, fino alla terribile Phoebe, ragazzina insopportabile che saprà riscattarsi come nessuno. Inseguimento di promesse, di sogni, di speranze, ma non solo, è l’inseguimento di un’idea di libertà, che accomuna destini differenti di differenti vite ed estrazioni sociali.

L’impresa di Quebec è un romanzo storico e d’avventura, è la storia narrata e vista da un cittadino qualunque, attraverso la sua esperienza di lunghi e duri giorni di guerra, è la storia di uomini che hanno resistito in nome di una speranza e di una volontà comune.
E’ una storia da leggere.

  • L’impresa di Quebec di Kenneth Roberts (tit. orig. Arundel)
  • BUR
  • 496 pagine
  • giugno 2001

Altri romanzi di Kenneth Roberts consigliati sullo stesso genere:

  • Passaggio a Nord-Ovest
  • Canaglia in armi
Riguardo a Daniele Imperi

Sono un blogger e web writer che scrive e legge ogni giorno. Penna blu è il mio blog principale, un luogo aperto in cui parlare di scrittura, blogging, editoria e lettura.

Parla alla tua mente

*

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, per le statistiche e per offrire pubblicità attinente alle preferenze dei visitatori. Proseguendo nella navigazione o premendo il pulsante "Ok" acconsenti a ricevere cookie sul tuo dispositivo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi