Il Meraviglioso Mago di Oz di Lyman Frank Baum

Il Meraviglioso Mago di Oz di Lyman Frank BaumUna favola per bambini, destinata a divertire in maniera spensierata senza morale finale. Questo l’intento, riuscito, di Baum. Ma anche se la morale manca, leggendo le avventure di Dorothy nel Paese di Oz non possiamo non trovarla in ogni passo del libro.

In un mondo bizzarro, popolato di stravaganti personaggi, dove l’impossibile è pura realtà, Dorothy si muove alla ricerca della sua casa, del suo paese natio, lontana nel tempo e nello spazio dai suoi cari.

Streghe, maghi, animali favolosi, mostri, creature mai viste, razze di uomini che trovano posto nella fantasia più sfrenata abitano un luogo lontano che obbedisce alle leggi della magia. Dal Nord al Sud, dall’Est all’Ovest il Paese di Oz, fra città spettacolari e deserti pericolosi, fra foreste ancestrali e campi coltivati ci appare come un mondo ordinato, semplice, che si muove al proprio ritmo senza ripensamenti.

Dorothy, la piccola bambina del Kansas, non sembra far caso alle stravaganze che incontra, ai singolari amici che nel suo mondo avrebbero destato curiosità, spavento e stupore.

Lo Spaventapasseri, l’uomo di paglia posto a guardia dei campi, rappresenta una personalità assennata, sebbene la sua condizione di pupazzo, di fantoccio senza vita né pensiero, suggerisca il contrario.

Il Boscaiolo di Latta, una sorta di uomo robotizzato, in cui la vita scorre fra pezzi di ferro tenuti assieme, dimostra di avere una sensibilità e una bontà d’animo senza eguali.

Il Leone Vigliacco, animale regale e non temuto, incute più terrore e rispetto di quanto non creda.

E poi il misterioso, anzi il meraviglioso Mago di Oz, il personaggio su cui è incentrato il romanzo, figura amata e rispettata dal popolo, che rappresenta la forma di governo dell’insolito mondo in cui è capitata la piccola Dorothy.

Ed altri, simpatici personaggi che via via la bambina incontrerà nel suo cammino.

Ogni situazione, ogni dialogo, ogni personaggio sembra non essere creato a caso, e portare con sé non tanto una morale intesa nell’accezione favolistica del termine, quanto un mero insegnamento di vita e comportamento, una filosofia di cui impadronirsi per vivere al meglio con noi stessi e con gli altri.
E, soprattutto, per credere in noi stessi.

Il libro è illustrato da Giuliano Lunelli.

  • Il meraviglioso Mago di Oz
    di Lyman Frank Baum (tit. orig. The Wonderful Wizard of Oz)
  • Arnoldo Mondadori Editore, collana I Classici Illustrati
  • 170 pagine
  • settembre 2001
Riguardo a Daniele Imperi

Sono un blogger e web writer che scrive e legge ogni giorno. Penna blu è il mio blog principale, un luogo aperto in cui parlare di scrittura, blogging, editoria e lettura.

Parla alla tua mente

*

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, per le statistiche e per offrire pubblicità attinente alle preferenze dei visitatori. Proseguendo nella navigazione o premendo il pulsante "Ok" acconsenti a ricevere cookie sul tuo dispositivo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi