La ragazza che giocava con il fuoco

La ragazza che giocava con il fuocoE’ il secondo libro della trilogia Millenium, dopo “Uomini che odiano le donne” e l’attenzione del lettore si sposta su Lisbeth Salander, il misterioso personaggio presente in secondo piano anche nel primo libro della trilogia.

Dei tre libri è quello che mi è piaciuto di meno, secondo me Larsson si fa un po’ prendere la mano e il personaggio di Lisbeth diventa eccessivo, poco credibile. Risolvere il teorema di Fermat a mente, preparandosi ad affrontare uno scontro a fuoco mi pare francamente un po’ troppo ma non è difficile perdonare questa piccola sbavatura.

Il personaggio di Lisbeth viene svelato un pezzo alla volta e si rivela sempre più complesso, imperfetto, interessante.

La ragazza che giocava con il fuoco è disponibile su IBS.

Riguardo a Pieru

Lettore compulsivo, perennemente alle prese con questioni non essenziali, Pieru non ha tempo per sanguinare ma per leggere sì e a volte si decide a tenere aggiornato questo blog.

Commenti

  1. Una recensione piuttosto superficiale, non trovi?

Parla alla tua mente

*

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, per le statistiche e per offrire pubblicità attinente alle preferenze dei visitatori. Proseguendo nella navigazione o premendo il pulsante "Ok" acconsenti a ricevere cookie sul tuo dispositivo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi